serie tv da vedere

Serie tv da vedere: alcuni nostri consigli

Nel mare magnum (P.I.) delle serie televisive tutte meritano di essere viste almeno una volta, ma serie tv da vedereovviamente è praticamente impossibile riuscire nell’impresa. E allora ecco a voi una breve carrellata di alcune tra le serie televisive che hanno riscosso maggiore successo nel corso degli anni e che varrebbe la pena vedere. Se ti chiedessero quali sono quelle serie tv da vedere assolutamente saresti pronto a rispondere? Non è un’impresa facile scegliere in un genere televisivo così tanto vario. Andare sul classico drama americano o sul comedy? Andare a rivedere un telefilm  anni ’90 (sullo stile Beverly hills 902010) o buttarsi sul rompicapo Lost. Breaking bad, House o f Cards o Fargo? Nessuna delle tre. Ecco le nostre scelte un po’ alternative e meno recenti.

Le serie da vedere, quelle davvero imperdibili… secondo noi

1. The Simpson

Sono in tanti a non considerarla una serie tv, solo perché è un cartone. Ma di fatto per caratterizzazione dei personaggi e per la storia può essere annoverata nelle serie tv. Per essere in the simpson serieeffetti preci si tratta di una sitcom. Da 25 anni sulla cresta dell’onda, un successo che sembra aumentare con gli anni che passano piuttosto che diminuire. In due sole parole: I Simpson.
Matt Groening porta sul piccolo schermo le avventure di una tipica famiglia americana che vive a Springfield, cittadina americana con un nome molto comune (negli USA ci sono ben 14 Springfield), una famiglia con un cognome tipicamente americano. La chiave del successo dei Simpson è proprio questa; potrebbero essere tutti o nessuno, potrebbero essere i vicini di casa di un qualsiasi americano medio.
I Simpson incarnano lo stereotipo dell’americano comune, si comportano da americani nella media, vivono avventure che qualsiasi cittadino statunitense potrebbe sperimentare, ma lo fanno in maniera simpatica, sarcastica e scurrile.
I personaggi gialli di Springfield
I personaggi principali dei Simpson sono cinque. Homer: svitato dipendente della centrale nucleare cittadina, ingabbiato in un lavoro piatto e poco appagante, sfoga tutta la sua frustrazione appena esce dal lavoro per andare a farsi un bel boccale di birra Duff dall’amico e barman Boe. Chi invece sta sempre a casa a prendersi cura dei suoi tre figli più uno (Homer) è Marge, avvenente casalinga dagli alti capelli blu, anche lei vive ingabbiata in quattro mura domestiche, ha provato, invano, a cambiare impiego. È stata un poliziotto, un agente immobiliare, segretaria del Signor Burns, venditrice di Pretzel, ma i suoi lavori non sono mai durati più dello spazio di una puntata. Il primogenito è Bart: bullo della scuola che subisce angherie da quelli più bulli di lui, ha il grande pregio di riuscire a mettersi sempre nei guai e la scuola di certo non è il suo punto forte. Chi invece va molto bene a scuola è Lisa, il genietto di casa. Libera pensatrice, musicista (suona il sassofono), vegetariana e fervente attivista politico. Last but not least: Meggie, ha un anno e qualche mese, non ha mai detto una parola, almeno così sembra.

2. Grey’s Anatomy, Anatomia di un successo

Un’altra serie che ha riscosso parecchio successo è Grey’s Anatomy, creata da Shonda Rhimes e tiene incollati davanti alla Tv, ormai da undici anni, milioni di fan. Siamo nel genere medical drama, lo stesso inaugurato dai vari Er Medici in prima linea. Una giovane tirocinante di nome Meredith Grey, greys anatomy dopo la laurea in medicina si trasferisce a Seattle al Grace Hospital. Proprio la notte prima di iniziare il suo tirocinio si ferma in un pub per bere una drink è lì incontra un bell’uomo che risponde al nome di Derek Shepherd, i due passano una serata particolarmente intima, ma la mattina seguente, quando Meredith farà il suo ingresso al Seattle Grace Hospital, scoprirà che il bel dottore con cui aveva avuto un flirt sarebbe stato il suo supervisore per gli anni avvenire.
Dottoressa Grey e Mr Shepherd: i personaggi di una serie tv imperdibile
Protagonisti indiscussi della serie sono la dottoressa Meredith Grey, personaggio principale, il cognome della avvenente dottoressa è presente, infatti anche nel titolo del telefilm. Brillante dottoressa completamente votata alla causa, innamorata del suo lavoro, ma anche del dottor Shepherd, l’affascinante neurochirurgo che incarna perfettamente lo stereotipo dell’uomo bello, bravo e di successo. Se per Meredith il dottor Shepherd è il dottor Stranamore, la dottoressa Yang incarna alla perfezione il simbolo dell’amicizia tra donne. Inizia l’internato con la Grey, si afferma come uno stimato cardiochirurgo.

3. Un’altra serie assolutamente da non perdere è Lost, forse la serie con la “S” maiuscola.

Lost stagione 6Un aereo di linea della Oceanic Airlines in viaggio dalla città di Sidney a Los Angeles perde la rotta e si schianta su un isola apparentemente deserta e sconosciuta ai passeggeri. Iniziano una serie di avventure e di pregrinazioni per i passeggeri del volo 815 che porteranno i protagonisti della serie a fare delle scoperte sconvolgenti. Sei stagioni piene di colpi di scena, intrecci e flashback.  Il finale della serie ha lasciato molte porte aperte, c’è chi parla anche di un possibile spin-off. Don’t get Lost, ma sappiate che è un grande rompicapo al limite del paranormale.

Rispondi